Design Interni  / Case Private

Illuminare un open space con soluzioni originali? Ecco come


Pubblicato il 12 febbraio 2020

La moderna tendenza sempre più in voga è l’open space, soluzione abitativa che permette di avere più spazio e luminosità anche in appartamenti piccoli, permettendo anche un risparmio dal punto di vista energetico, sia per quanto riguarda l’illuminazione che per il riscaldamento.

Date le premesse, occorre fare una distinzione rispetto al loft, in quanto, essendo entrambi spazi unici, spesso i due vengono erroneamente usati come sinonimi.

 

Illuminare un open space con soluzioni originali? Ecco come Sahara

Sahara

Qual è la differenza tra un loft e un open space?

Un open space, come dice la parola stessa, è uno “spazio aperto”, ovvero un appartamento o una casa che si differenzia dallo stile architettonico tradizionale per essere caratterizzata da alcuni ambienti uniti e non divisa da muri.

Il loft, invece, è un ampio spazio da cui si ricava un’abitazione privata, caratterizzata dalla quasi totale assenza di pareti divisorie, da soffitti ad altezza maggiore rispetto alle normali costruzioni ad uso abitativo, intorno ai 4 o 5 metri di altezza, e da finestre più alte e ampie. I loft sono dotati di installazioni igienico-sanitarie particolarmente confortevoli e personalizzate e gli impianti sono spesso a vista e senza rifiniture.

Nel loft, quindi, i mattoni, l’intonaco, i battiscopa e quant’altro non sono né rifiniti né decorati: questo tipo di soluzione, che si presenta come un monolocale di grandi dimensioni, è particolarmente adatta ad un tipo di arredamento in stile industriale.

 

Ottimizzare la progettazione di un impianto d'illuminazione in 8 semplici mosse

 

Alcune soluzioni per illuminare un open space

L’open space, come abbiamo visto, non è un monolocale ma un’area della casa che unisce ambienti diversi, come il soggiorno con la camera da pranzo e la cucina a vista, combinazione che rappresenta il caso più tipico di open space: si viene a creare una grande area living che restituisce un’atmosfera più conviviale e socievole alla casa, in quanto chi è in cucina può colloquiare direttamente con chi è sdraiato sul divano o con chi sta apparecchiando, senza l’inconveniente di urlare per farsi capire e non vedere i propri interlocutori per via dei muri che li separano.

Questa soluzione permette anche un risparmio dal punto di vista energetico, dato che puoi servirti anche di una sola fonte di illuminazione per avere una luce generale in tutto lo spazio.

Nonostante sia comodo e pratico avere un open space, devi tenere presente alcuni aspetti prima di proporre questa soluzione al tuo cliente: il fatto di avere la cucina che si apre sul soggiorno può favorire il diffondersi di cattivi odori in tutta l’area living, cosa che può accadere col diffondersi del rumore di un elettrodomestico, elementi che possono arrecare disturbo a chi sta guardando la tv o sta leggendo sul divano.

Per evitare questi inconvenienti, puoi risolvere prevedendo una porta a scomparsa o a scrigno che, quando serve, possa separare la cucina dal resto dello spazio living: chiudendola durante la preparazione dei pasti, potrai limitare la diffusione di odori e di rumori.

Inoltre, utilizzando una porta a scomparsa in vetro in maniera strategica, non perderai punti sulla qualità dell’illuminazione.

Andiamo a vedere alcuni consigli per i vari casi di open space che puoi trovarti a dover illuminare in maniera originale col tuo progetto.

 

Illuminare un open space con soluzioni originali? Ecco come Sisma

Sisma

Tipologie di open space e come operare in ognuno di essi

Quando devi illuminare un open space che comprende cucina e soggiorno, cosa che coinvolgerà i tuoi progetti nella maggior parte dei casi, devi studiare un’illuminazione che permetta di svolgere al meglio le attività culinarie e che si adatti alle varie zone della stanza.

Posiziona diversi punti luce

Per via della superficie piuttosto grande, è sempre meglio evitare un punto luce unico, in primis perché una sola luce non risulterebbe sufficiente e, in secondo luogo, per poter disporre piùdi tipologie di luce diverse a seconda della funzione dell’area illuminata.

 

Illuminare un open space con soluzioni originali? Ecco come Sisma e Gangster

Sisma e Gangster

Installa tipi diversi di luci

Tra cucina e soggiorno, potresti aver bisogno di installare tipi di lampada diversi: dove si cucina sarà sicuramente più utile una luce diretta e potente, che permetta di svolgere senza sforzo visivo le diverse mansioni.

In soggiorno, invece, per guardare la tv o per leggere, sarà sufficiente installare una luce più diffusa e meno intensa.

L’utilizzo di lampade diverse può rendere efficace il tuo progetto, ma devi scegliere installazioni che siano in armonia tra loro.

Ad esempio:

  • Per l’area che riguarda la cucina, scegli lampade a sospensione o faretti: sono soluzioni di luce più potente e diretta e ti permettono di assemblare ottimi abbinamenti tra tipologie differenti di lampade, con soluzione di continuità.

Installazioni, invece, che non sono adatte a questa zona sono le applique, poiché illuminano meno intensamente e, con i vapori derivanti della zona cottura, tendono a sporcarsi più facilmente.

  • Per la zona soggiorno, hai molte carte da giocare: puoi scegliere dai faretti alle applique, fino alle lampade da terra o da tavolo. Hai davvero l’imbarazzo della scelta per illuminare il soggiorno in maniera originale.

Per quest’area, dunque, puoi lasciare spazio al gusto personale dei tuoi clienti, a condizione di non esagerare con la luminosità.

 

Illuminare un open space con soluzioni originali? Ecco come Domenica e Sahara

Domenica e Sahara

Trattandosi di una zona adibita alla convivialità, alla lettura, all’ascolto della musica e altre attività del genere, scegli una luce soffusa che può contribuire a creare un’atmosfera di pace e relax: puoi scegliere lampade con regolatore dell’intensità luminosa, così che tutte le esigenze dei tuoi clienti vengano soddisfatte.

  • Orientati verso la scelta di lampade diverse ma con un design che dia armonia agli ambienti: questo ti permetterà di non “spezzare” gli ambienti tra di loro, ma di offrire una continuità luminosa che darà una percezione visiva d’insieme.

Puoi trovare linee di installazioni luminose di design che possono facilmente assecondare questa necessità.

Se il tuo caso comprende l'illuminazione di una mansarda open space, magari con soffitto basso, la soluzione ideale è quella di disporre plafoniere, faretti, lampade a terra o da tavolo.

Inoltre, per valorizzare l’effetto delle travi a vista, puoi predisporre meno punti luci a soffitto e più applique alle pareti, così da ricavare una luce integrata diffusa per tutto l’ambiente.

Ricorda che l’illuminazione deve andare sempre di pari passo con l’arredo nel tuo progetto, perciò puoi decidere di prevedere nel tuo progetto illuminotecnico un’illuminazione attraverso un incasso al controsoffitto, per ottenere uno stile moderno: tra i vari vantaggi di questa soluzione, c’è quello di portare la luce nei punti strategici, attraverso tagli di luce, che possono essere:

  • Ad emissione diretta, praticando nel cartongesso uno o più tagli longitudinali, con l’installazione di un canale in alluminio che sarà funzionale per fare da base ai LED. Qui, la fonte luminosa devi direzionarla verso terra, posizionando i LED in posizione parallela rispetto al pavimento.
  • Ad emissione indiretta, posizionando i LED in un punto nascosto, per cui la fonte luminosa non sarà visibile direttamente.
  • Ad emissione laterale, applicando dei tagli nel cartongesso, magari rendendo tonde le superfici, in modo che realizzino una parabola di luce riflessa.

In merito alle ultime due soluzioni, l’emissione indiretta e quella laterale, seppur generano meno luce hanno comunque un risultato più gradevole dell’emissione diretta, in quanto la luce sembra davvero spalmarsi sulle pareti e sul pavimento, abbracciando tutto lo spazio.

Puoi integrare i tagli di luce nel tuo progetto per illuminare il piano cottura in cucina, un’eventuale isola o penisola e, proseguendo lungo le pareti in verticale, puoi creare un effetto scenografico dall’alto molto originale e gradevole.

Se non puoi o non vuoi ricorrere completamente al controsoffitto, puoi creare degli interessanti e funzionali effetti di luce aggiungendo alle pareti delle velette oppure profili non ad incasso: in questo modo puoi rimodernare col tuo progetto degli appartamenti già esistenti, ottenendo l'effetto desiderato senza doverne modificare l’intera struttura.

 

Illuminare un open space con soluzioni originali? Ecco come Black Out

Black Out

Crea soluzioni originali per illuminare un open space

La parola chiave a cui devi ispirarti per ottenere progetti con soluzioni originali per i tuoi clienti è la creatività!

Quelli che abbiamo analizzato in questo articolo sono dei punti generici da cui prendere spunto come linea guida base per sfoggiare appieno la tua creatività: in un momento storico in cui il coinvolgimento del cliente nella creazione del progetto è un elemento sempre più importante, che piaccia o meno, la cosa migliore che puoi fare per creare un progetto unico e originale è quella di farti ispirare dalle idee e dai gusti personali dei tuoi clienti per dare il via al tuo processo creativo.

Perciò, attento a non riprodurre meccanicamente qualcosa di già trito e ritrito , a meno che questa opzione non sia espressamente voluta e indicata dal tuo cliente.

Quando crei un progetto per i tuoi clienti, tieni sempre bene a mente che il tuo compito è regalare emozioni attraverso l’utilizzo di tecniche progettistiche: creare, ristrutturare o cambiare il setting interno di un’abitazione non può essere un’operazione fatto di tentativi alla cieca, ma deve tener conto di linee guida precise come quelle che abbiamo visto in questo articolo.

Fatto ciò, dai sfogo al tuo processo creativo per restituire ai tuoi clienti un’abitazione in grado di far provare loro tutte le belle emozioni di sentirsi a casa.

 

Ottimizzare la progettazione di un impianto d'illuminazione in 8 semplici mosse

 

Per maggiori informazioni, supporto e assistenza nella scelta corretta dei giusti modelli di lampade per il tuo progetto, non esitare a contattarci a questo link. Siamo a tua completa disposizione.

Camilla Rossi

AUTORE

Camilla Rossi

CHI SIAMO

karman
Karman, azienda tutta italiana, è nata nel 2005 a Fossombrone. Il suo mondo si muove con naturalezza attraverso un originale e personale uso decorativo della luce sia in ambienti privati che in ambienti contract

LEGGI TUTTO »

SEGUI KARMAN