Design Esterni

Qual è il miglior materiale per le lampade da esterno


Pubblicato il 18 dicembre 2020

La scelta delle lampade da esterno contribuisce inevitabilmente a migliorare l’aspetto della facciata dell’abitazione o del giardino del tuo cliente nel corso delle ore serali e notturne. Anche un’attenta scelta dei materiali può rendere più o meno adatta una lampada da esterno al contesto prescelto.

Al giorno d’oggi, gli spazi esterni sono una parte integrante sia delle case private che dei luoghi pubblici, il che rende questi spazi degni della stessa attenzione e della stessa cura che solitamente si presta alla scelta dell’arredamento e al sistema di illuminazione degli ambienti interni: le zone d’ingresso, i vialetti, i gazebo, i terrazzi o i viali, necessitano dell’utilizzo di fonti luminose differenti

La scelta di un’illuminazione adeguata nella zona d’ingresso, rende psicologicamente più tranquilli i tuoi clienti dal timore di aggressioni ed effrazioni, in particolar modo quando capita di rincasare molto tardi. Lo stesso dicasi per i vialetti o scalinate antecedenti gli ingressi, i quali possono diventare insidiosi da percorrere nelle ore notturne, poiché si corre il rischio di inciampare. 

L’adeguata illuminazione attraverso la scelta delle lampade da esterno adatte, permette quindi sia di rendere più bella e luminosa la facciata dell’abitazione del tuo cliente, sia di rendere le vie di comunicazione funzionalmente più tranquille da percorrere nelle ore di buio, che si tratti dei proprietari o dei suoi ospiti. 

Per i tuoi clienti che hanno a disposizione un terrazzo o un giardino, magari con un pergolato o un gazebo, sarà sicuramente piacevole trascorrere qualche ora all’aperto nelle calde serate estive per cene all’aperto o semplici momenti di riposo. Le lampade da esterno più opportune in questi casi sono quelle che possono offrire una luce diffusa, calda, morbida e non invadente, lasciando in penombra l’ambiente circostante. 

È sempre importante tenere in considerazione l’aspetto decorativo delle lampade, in questo caso attraverso la scelta di lanterne e plafoniere i cui materiali e tinte siano adatti alla facciata dell’abitazione, con un posizionamento ad effetto dei lampioni, o paletti, all’interno del giardino.

 

Cosa chiedere ai tuoi clienti prima di progettare un impianto d'illuminazione?

 

Materiali che compongono le lampade da esterno

Le lampade da esterno si caratterizzano, appunto, per rimanere allo scoperto, al di fuori dell’abitazione e, perciò, sono continuamente soggette alle intemperie e ai cambi di temperatura. Per questi motivi, i materiali impiegati nella fabbricazione di lampade da esterno devono essere resistenti agli agenti atmosferici: solitamente, il corpo delle lampade è realizzato con alluminio pressofuso, acciaio inox o PVC, mentre per i diffusori si utilizza il vetro o il policarbonato. 

I materiali delle lampade da esterno, in ogni caso, sono diversi a seconda delle diverse funzioni a cui sono destinate: per la delimitazione di vialetti, scalinate o i bordi della piscina, si utilizzano prevalentemente lampade segnapasso che facilitano la percorrenza quando la visibilità è scarsa. 

Le lampade dette calpestabili emettono una luce non abbagliante, sono solitamente di dimensioni contenute e sono installate a livello terreno. In presenza di esterni delimitati da muretti, puoi considerare l’idea di adottare le lampade a parete. Per quanto riguarda gli ampi spazi, come i viali, è preferibile l'impiego dei lampioni, dalla lavorazione essenziale o artistica, a seconda dei gusti del tuo cliente. 

Le lampade a parete, in genere di applique o di modelli a lanterna, rappresentano una soluzione spesso ideale per gli ingressi. Sul mercato le puoi trovare in diverse versioni: rustiche, moderne o classiche, così da poterle abbinare ai vari stili delle abitazioni di cui si occupa il tuo progetto. 

Le lanterne, ad esempio, in genere sono più adatte per le abitazioni antiche e in stile rustico, mentre delle applique sono molto apprezzate molti modelli moderni; i faretti, in particolar modo, sono sempre adatti allo stile moderno: puoi scegliere tra vari stili di faretti orientabili, da fissare a terra o installare alle pareti. 

Nelle zone dedicate al relax, come i terrazzi o i gazebo, sono spesso utilizzate le lampade a soffitto o da tavolo, le quali possono essere alimentate a energia elettrica o solare.

Se il tuo cliente, per il proprio giardino, preferisce la scelta dei lampioni, hai davvero l’imbarazzo della scelta, a partire dal materiale con cui sono costruiti: da quelli in plastica- economici e meno gradevoli alla vista-, passando per quelli in ferro- più resistenti e decisamente più eleganti-, fino ad arrivare a lampioni da giardino in alluminio e ottone, molto utilizzati nei giardini moderni.

La decisione dipende dalle esigenze d’arredo, dal gusto personale e dalle disponibilità economiche del tuo cliente.

Nel ponderare la scelta dell'illuminazione per esterni, è importante conoscere le differenze tra i materiali con cui vengono realizzati i vari corpi luminosi. Spesso si commette l’errore di scegliere le lampade per esterni in base al suo aspetto e al tipo di sorgente luminosa, senza prestare attenzione al tipo di materiale che si sta sottoponendo all'ambiente esterno. 

Le installazioni luminose da esterno, sono generalmente realizzati in alluminio, acciaio, ottone e rame.

Lampade in alluminio

Le lampade costruite in alluminio sono economicamente convenienti, ma la qualità del metallo è della più bassa, per cui non sono progettate per durare all'aperto a lungo, in quanto col passare del tempo, l'alluminio si ossida e la vernice sbiadisce tende a sbiadire.

I corpi luminosi realizzati in acciaio inossidabile, hanno un bell'aspetto nelle strutture moderne- specie in stile industrial- poiché riflettenti al sole. È necessario ricordare che la pulizia costante è di vitale importanza negli apparecchi di illuminazione per esterni in acciaio, in modo che possano mantenere intatto lo strato di ossido di cromo utile a prevenire la corrosione.

 

Miglior materiale lampade esterno gonzaga

Gonzaga

Lampade in ottone

Per quanto riguarda le lampade in ottone, è utile dire che questo è un metallo duro, che regge bene in tutti gli ambienti ed è composto da una combinazione di rame e zinco. 

Le lampade in ottone, dunque, dureranno per molti anni, ed è per questo motivo che numerosi produttori offrono garanzie estese sui loro prodotti in ottone.

Con l’avanzare del tempo, l'ottone non si corrode, ma tende a diventare più scuro o ad avere un aspetto patinato: è il metallo di migliore qualità e più durevole che durerà più a lungo, il che lo rende un'ottima opzione per l'illuminazione esterna.

 

Miglior materiale lampade esterno Cell

Cell

Lampade in rame

Un'altra opzione di grande qualità per l'illuminazione esterna è il rame.

Non essendo, il rame, solido come l'ottone, alcuni produttori fabbricano installazioni in ottone per poi rivestirle in rame. In questo modo è possibile avere l’unione delle migliori caratteristiche dei due materiali, vale a dire la longevità dell'ottone e la bellezza del rame.

Il rame, inoltre, esposto agli agenti atmosferici col tempo si scurisce.

Oltre a questi materiali- e loro combinazioni- Karman realizza le lampade da esterno utilizzando altre tipologie molto valide di materiale, come la ceramica, il cemento e la vetroresina.

 

Miglior materiale lampade esterno Nilo

Nilo

Lampade in vetroresina

Le lampade da esterno in vetroresina hanno diversi vantaggi, quali la leggerezza derivante dalle fibre di vetro di cui è composta, che sono leggere e resistenti allo stesso tempo, resistente in quanto è molto solida- e grazie a questa qualità è praticamente immune agli urti di qualsiasi genere.

La resistenza della vetroresina è abbinata a una grande flessibilità del prodotto che nel momento in cui viene urtato o manipolato in maniera involontaria, ritorna nella sua forma originaria, senza che subisca alcun danno.

Altro vantaggio importante è che non ha praticamente bisogno di manutenzione, in quanto la vetroresina è un materiale molto resistente, quindi non è soggetto a deterioramento nel tempo, né tanto meno è attaccabile dalle muffe e dai batteri.

Inoltre, gode anche di un’ottima resistenza agli agenti atmosferici, perché la sua fitta e densa composizione di fibre di vetro impedisce l’infiltrazione sia dell’acqua che dell'aria, evitando malformazioni, crepe e quant’ altro.

Le lampade da esterno in vetroresina, non solo resistono al caldo e al freddo, adattandosi a qualsiasi tipo di ambiente in cui vengono utilizzate, ma grazie a un'ulteriore lavorazione possono resistere anche al fuoco- date che di per sé la vetroresina non ha questa caratteristica.

La vetroresina, dunque, per i benefici e le proprietà che la contraddistingue ha un rapporto qualità/prezzo indiscutibile, tanto da essere il materiale più venduto e utilizzato nel mercato edilizio: scegliere questo materiale vuol dire investire su un prodotto che nel tempo porterà un notevole risparmio.

 

Miglior materiale lampade esterno Alibabig

Alibabig

Lampade in cemento

Le lampade in cemento sono utilizzate per l’esterno in quanto resistenti alla compressione e alla trazione e hanno una buona capacità di proteggersi dal fuoco per lunghi periodi.

Inoltre, il cemento richiede una bassa manutenzione, poiché è progettato per essere affidabile, utilizzando materiali a basso valore come sabbia e acqua che non richiedono una manutenzione approfondita, il che lo rende anche un materiale economico.

 

Miglior materiale lampade esterno Via Lattea

Via Lattea

Qual è, dunque, il miglior materiale per le lampade da esterno?

Avendo analizzato le caratteristiche principali dei vari materiali con cui le lampade da esterno vengono realizzate, non possiamo certo decretare un solo materiale che risulti il più adatto all’utilizzo all’esterno.

Sicuramente possiamo dire che tra quelli analizzati è bene optare per i materiali più resistenti, dato che le lampade saranno perennemente a esposte agli agenti atmosferici. 

Dunque, materiali lampade per esterno in ceramica, in vetroresina e in cemente, risultano la scelta più adatta sia dal punto di vista della resistenza che da quello della manutenzione.

Ovviamente, l’ultima parola spetta sempre al cliente, a seconda della tipologia di esterno e dei suoi gusti personali.  

 

New call-to-action

 

Per maggiori informazioni, supporto e assistenza nella scelta corretta dei giusti modelli di lampade per il tuo progetto di illuminazione decorativa, non esitare a contattarci a questo link. Siamo a tua completa disposizione.

Camilla Rossi

AUTORE

Camilla Rossi

CHI SIAMO

karman
Karman, azienda tutta italiana, è nata nel 2005 a Fossombrone. Il suo mondo si muove con naturalezza attraverso un originale e personale uso decorativo della luce sia in ambienti privati che in ambienti contract

LEGGI TUTTO »

SEGUI KARMAN