Ristoranti  / Design Interni  / Case Private  / Alberghi

Sorprendere il tuo cliente con la giusta coreografia luminosa


Pubblicato il 19 dicembre 2019

Realizzare un progetto di interior design significa creare il mood della location giocando sull’interazione di due macro-fattori estetico-funzionali: arredamento e illuminazione. L’arredamento è una dichiarazione di stile concreta, poiché rispecchia il gusto di chi vive un determinato luogo, mentre l’illuminazione costituisce di per sé l’atmosfera dell’intero ambiente.

La luce gioca un ruolo fondamentale nella percezione degli spazi, poiché influenza il nostro modo di percepirne il grado di accoglienza e comfort, ma non solo.

L’unione della luce e dell’estetica, conosciuta come lighting design, è divenuta un vero e proprio strumento di decorazione, in grado di abbellire ogni tipo di ambientazione, sia indoor che outdoor.

Ecco perché quando si tratta di predisporre progetti di illuminazione decorativa per case private, hotel e alberghi, spazi commerciali e retail, locali e ristoranti è importante curare ogni dettaglio e selezionare le lampade più appropriate al contesto.

In questo articolo ti offriamo una panoramica su come fare dell’illuminazione un elemento di intrattenimento e in che modo sorprendere il tuo cliente creando la giusta coreografia luminosa.

La luce è da sempre fonte di attrazione: è in grado di stupire e meravigliare l’osservatore se utilizzata sapientemente e con un tocco di estro. Scopriamo insieme 5 utili consigli per ottenere un risultato finale degno di nota.

 

Cosa chiedere ai tuoi clienti prima di progettare un impianto d'illuminazione?

 

5 trucchi per sorprendere il tuo cliente con la giusta coreografia luminosa

Ecco alcune dritte per creare un progetto di lighting design ideale per la location che ti è stata commissionata e stupire il tuo committente con una composizione luminosa di grande effetto visivo e forte contenuto tecnico:

  1. Considera la luce naturale e valuta come poterla integrare al meglio con le lampade
  2. Seleziona delle lampade in sintonia con il design d’interni della location
  3. Per creare continuità estetica opta per soluzioni realizzate con gli stessi materiali
  4. Per spezzare la continuità scegli lampade differenti ma abbinate con gusto
  5. Scegli le sorgenti in base alla temperatura colore

Proseguiamo ora analizzando ciascun punto in modo dettagliato.

1. Considera la luce naturale e valuta come poterla integrare al meglio con le lampade

Ogni esperto nel settore del lighting design sa bene che per creare una composizione di grande effetto non basta solo l’installazione strategica di sorgenti luminose nei vari ambienti della location.

Infatti, alla base della riuscita di ciascun progetto di illuminazione decorativa c’è una bilanciata combinazione tra luce naturale e artificiale.

Pertanto, vi consigliamo di iniziare con il piede giusto tenendo in considerazione i vari punti di accesso di luce solare (quali finestre, porte, balconi, etc) e decidere in seconda battuta dove posizionare le lampade di design selezionate appositamente per il progetto in questione.

Creare una buona sinergia tra sorgenti luminose e luce naturale significa conferire un nuovo potenziale estetico all’ambiente, pur mantenendo un’atmosfera generale fresca e leggera.

 

Sorprendere il tuo cliente con la giusta coreografia luminosa Quarantasei

Quarantasei

2. Seleziona delle lampade in sintonia con il design d’interni della location

Come è già stato detto, il successo dei migliori progetti di interior design risiede nella corretta integrazione tra arredamento e illuminazione.

Proprio per questo motivo occorre selezionare delle lampade in totale accordo con lo stile d’arredo degli interni di cui ti stai occupando.

In questo modo, le fonti di illuminazione si adatteranno allo scenario di arredamento arricchendolo con il proprio potenziale decorativo, infondendo al contempo uno spiccato senso di coerenza e continuità estetica.

3. Per creare continuità estetica opta per soluzioni realizzate con gli stessi materiali

Se il cliente desidera lo stesso stile di illuminazione per ogni interno della location, seleziona lampade di design creativo realizzate con gli stessi materiali e del medesimo colore, che possano riecheggiare lo stile dell’arredamento.

In questo modo otterrai uno scenario elegante e raffinato, caratterizzato da un forte equilibrio cromatico e materico.

Ricorda comunque di garantire varietà funzionale: pertanto non concentrarti su un’unica tipologia di lampada, ma includi più soluzioni (applique, faretti a incasso, sospensioni, etc) soprattutto perché le funzioni di ciascun modello sono pensate appositamente per determinati utilizzi e posizionamenti.

Esempio: ti stai occupando dell’illuminazione dei corridoi e delle aree di passaggio di un grande hotel e sei alla ricerca di una soluzione in grado di declinare funzionalità e design.

In questo caso, ti consigliamo di optare per una lampada da parete in cemento grigio tortora corredato di accessori numerici in acciaio bianco opaco: in questo modo potrai illuminare gli spazi e al contempo indicare il numero delle stanze o del piano di riferimento interni alla struttura ricettiva.

Altro esempio: desideri introdurre livelli di illuminazione funzionale all’interno di una camera da letto di un’elegante abitazione privata, ma senza rinunciare allo stile. In questo contesto potresti optare per due soluzioni.

Una lampada da tavolo in ceramica bianca dal grande carattere evocativo, nonché di grande e di grande potenziale decorativo, per garantire massimo comfort e visibilità; e una sospensione con struttura in ceramica bianca e paralume in lino bianco da posizionare sopra una poltrona da lettura o sopra una piccola scrivania.

 

Sorprendere il tuo cliente con la giusta coreografia luminosa Ti Vedo Norma M

Ti Vedo e Norma M

4. Per spezzare la continuità scegli lampade differenti ma abbinate con gusto

Se al contrario il committente volesse smorzare la continuità estetica regnante nella location, potresti abbinare modelli di lampade differenti giocando anche sul contrasto cromatico e materico generato dal loro accostamento.

Fai comunque attenzione a non andare fuori tema selezionando soluzioni in disaccordo con il genere di arredamento scelto per la location. Ad esempio, se l’arredamento esprime un fascino tipicamente vintage o al contrario presenta un’anima industrial, scegli delle lampade fedeli a questi stili.

In questo modo creerai una composizione di grande impatto visivo in grado di integrarsi con lo scenario d’arredo e di rendere comunque unica l’intera atmosfera.

Desideri illuminare in modo unico il lungo tavolo di un grande soggiorno dal fascino moderno e raffinato. In questo caso ti suggeriamo di selezionare delle lampade a sospensione dalle linee semplici e ben definite, optando per soluzioni dello stesso modello ma con forme e caratteristiche differenti.

Accosta lampade con paralume in lino bianco e in ceramica e di dimensioni diverse: così facendo creerai una composizione originale e di notevole impatto visivo.

Altrimenti, nel caso in cui il tuo cliente desiderasse una lampada in grado sia di illuminare che di decorare gli spazi della propria abitazione, scegliete un’applique in ceramica grigio opaco in stile animalier: un vero accessorio di design capace di dare luce e conferire un aspetto audace all’ambiente.

 

Sorprendere il tuo cliente con la giusta coreografia luminosa Ugo Rilla

Ugo Rilla

5. Scegli le sorgenti in base alla temperatura colore

La temperatura colore è un parametro fondamentale nella selezione delle fonti di illuminazione nel tuo progetto. Di fatto, la temperatura delle sorgenti luminose definisce il clima dell’ambiente e il grado di comfort.

Per capire che tipo di luce scegliere occorre basarsi sulle esigenze del cliente e capire che tipo di atmosfera desideri creare.

La luce rossastra o giallastra, spesso chiamata illuminazione “calda”, crea un'atmosfera confortevole o accogliente. D'altra parte, la luce con una dominante nota bianca o blu è definita come "fredda" e può creare un umore più energico.

Se il cliente desidera luce calda occorrerà acquistare sorgenti luminose con una temperatura di colore al di sotto dei 3.300 K.

Se d’altro canto desidera optate per un tipo di illuminazione più neutra, scegli luci dai valori tra i 3.300 e i 5.300 K.

Infine, se il committente preferisce infondere un clima stimolante e fresco, ti consigliamo di prediligere sorgenti di luce fredda, con valore sopra i 5.300 Kelvin.

 

Sorprendere il tuo cliente con la giusta coreografia luminosa Alì e Babà

Alì e Babà

Luce e design: i fattori per creare la giusta coreografia luminosa e sorprendere il tuo cliente

In questo articolo, ti abbiamo illustrato le principali linee guida per poter realizzare uno scenario di lighting design unico.

Creare la giusta coreografia luminosa significa sorprendere il tuo cliente, ma non solo: vuol dire soprattutto dipingere un’atmosfera singolare in grado di stupire ospiti e osservatori e accoglierli in un vortice sensoriale e percettivo irripetibile.

Segui le nostre indicazioni per il tuo progetto di illuminazione decorativa: otterrai un risultato finale impeccabile.

 

Cosa chiedere ai tuoi clienti prima di progettare un impianto d'illuminazione?

 

Per maggiori informazioni, supporto e assistenza nella scelta corretta dei giusti modelli di lampade per il tuo progetto di illuminazione decorativa, non esitare a contattarci a questo link. Siamo a tua completa disposizione.

Camilla Rossi

AUTORE

Camilla Rossi

CHI SIAMO

karman
Karman, azienda tutta italiana, è nata nel 2005 a Fossombrone. Il suo mondo si muove con naturalezza attraverso un originale e personale uso decorativo della luce sia in ambienti privati che in ambienti contract

LEGGI TUTTO »

SEGUI KARMAN