Design Interni  / Alberghi

Come illuminare la hall di un hotel: 5 consigli per un'accoglienza efficace


Pubblicato il 06 agosto 2019

Se ti stai occupando della progettazione di strutture ricettive, ti interesserà sapere che in termini di atmosfera e di accoglienza efficace, la luce gioca un ruolo determinante. L’illuminazione decorativa per hotel funge da biglietto da visita, poiché è la dichiarazione di stile primaria che viene fatta a ospiti e visitatori.

Da essa dipendono l’impressione percettiva degli spazi, il clima che si respira all'interno dell’albergo e in generale il grado di ospitalità.

Per questo motivo è importante curare minuziosamente ogni fase nel progetto di lighting design per l’hotel di cui ti stai occupando.

A tal proposito, abbiamo pensato di stilare una piccola guida con alcuni pratici consigli per realizzare una composizione di grande spessore estetico e tecnico.

New call-to-action

5 suggerimenti su come illuminare la hall di un hotel al meglio

Per infondere sin da subito una prima sensazione di accoglienza e al contempo far sì che la hall risulti funzionale e ospitale, ti consigliamo di seguire questi 5 suggerimenti di stile e progettazione:

  1. Valuta il concept di arredamento pensato per la hall
  2. Considera gli spazi della location
  3. Includi i principali livelli di illuminazione
  4. Scegli quale temperatura luminosa è più adatta al contesto
  5. Opta per lampade di design creativo

Proseguiamo ora approfondendo ciascun punto.

1. Valuta il concept di arredamento pensato per la hall

Per iniziare con il piede giusto, sarebbe bene valutare dapprima il concept d’arredo studiato ad hoc per la hall. È importante dare un senso di continuità estetica in questo ambiente, perciò questo primo step ricopre un ruolo decisivo nell’intero progetto.

Di fatto, in questo modo riuscirai ad individuare sin da subito quali stili e tipologie di lampada (soluzioni in stile industrial oppure dal gusto moderno, etc) potrai utilizzare per arricchire lo scenario.

2. Considera gli spazi della location

Considerare gli spazi dell’ingresso è importante ai fini della collocazione di ciascuna lampada, ma non solo. In questo modo saprete anche quante soluzioni saranno necessarie per illuminare la hall.

Il tuo obiettivo principale sarà quello di creare un’atmosfera piacevole e calorosa, pertanto eccedere o difettare nell’illuminazione potrebbe influire sulla percezione degli ospiti.

3. Includi i principali livelli di illuminazione

In ogni progetto di lighting design che si rispetti vengono sempre inclusi i principali livelli di illuminazione con il fine ultimo di garantire luminosità funzionale e al contempo vestire di nuova luce l’intero ambiente. Nello specifico:

  • Ambient lighting

Illuminazione pensata per infondere un generale clima di agio e tranquillità, di solito attraverso lampade a sospensione, grandi lampadari o plafoniere.

  • Task lighting

Ideale per assicurare libero movimento, fluidità e ottima visibilità. Idonee a questo scopo sono le lampade da terra e da tavolo da apporre lungo aree di passaggio o su scrivanie e tavoli, o anche le piantane da posizionare in una zona lounge accanto divani e poltrone.

  • Accent lighting

Illuminazione volta ad evidenziare particolari architettonici, dettagli decorativi o elementi d’arredo originali. In genere, per questo scopo, vengono spesso impiegati faretti orientabili o lampade da parete di design.

hotel-lobby-12

Moby Dick

4. Scegli quale temperatura luminosa è più adatta al contesto

L’intensità della luce influisce sulla percezione generale del mood della hall, per questo motivo è opportuno scegliere delle sorgenti luminose adatte al contesto.

Il tuo cliente desidera che i suoi ospiti godano sin dal primo istante di un’atmosfera intima e confortevole? Allora opta per fonti di luce calda. Se invece desidera infondere un clima stimolante ed energico, prediligi fonti di luce fredda.

5. Opta per lampade di design creativo

In un progetto di illuminazione decorativa per hotel è essenziale dare spazio allo stile e fare in modo che l’intero complesso di lighting design possa comunicare, lasciando un’impronta nei ricordi dell’ospite. Perciò ti consigliamo di optare per delle lampade di design creativo e di giocare abbinandole tra di loro.

La chiave per il successo del tuo progetto risiede nel saper creare una composizione in cui il carattere di ciascuna lampada possa apportare un valore estetico aggiunto.

Come illuminare la hall di un hotel con le lampade Karman

Le lampade Karman esprimono a pieno l’essenza del design creativo e dell’illuminazione funzionale: mostrano sempre un lato estetico inconfondibile e garantiscono luminosità efficace adatta ad ogni spazio.

Ti stai ancora chiedendo “come illuminare la hall di un hotel con le giuste soluzioni di design?” Di seguito, ti mostreremo le lampade più adatte secondo Karman:

  • Black out;
  • Déjà-Vu;
  • Ginger;
  • Le Trulle;
  • Moby Dick;
  • Norma M;
  • Notredame;
  • Plancton;
  • Sisma.

Studiamo più da vicino le caratteristiche di ciascuna lampada.

Black out: versatilità ed eleganza

Elegante, sofisticata e versatile: Black out è una tra le sospensioni firmate Matteo Ugolini che più si presta a concept moderni e minimal.

La sua struttura in filamente di vetroresina bianca, questa lampada offre sempre magie di luce differenti e sorprendenti, nonché luminosità direzionale: è perfetta per lasciare una prima impronta di stile nella hall di un hotel.

hotel-lobby-4

Black out

L’elevato richiamo visivo di Déjà-Vu

Lampada di illuminazione efficace e di elevato richiamo visivo, sia singolarmente che in composizione: stiamo parlando di Déjà-Vu, altra grande creazione di Matteo Ugolini.

Le curve dei bracci trovano armonia nello spazio creando un disegno sinuoso, coreografico. I paralumi in lino bianco permettono alla luce di filtrare fioca e morbida, garantendo così illuminazione diffusa e leggera in tutto l’ambiente.

deja vu- modificata

Déjà-Vu

Ginger: la magia del vetro

Ginger unisce luminosità e vetro trasparente incamiciato (disponibile in colorazione fumè o paglierino) in una combinazione affascinante, che oltre a conferire alla hall punti di luce focale essenziali, veste interamente l’ambiente di un’atmosfera intima e rarefatta, quasi fiabesca.

Le increspature del vetro sembrano dare forma alla luce, materia tanto astratta quanto concreta grazie al potere di questa lampada.

Ginger, porta la firma inconfondibile di Edmondo Testaguzza, e presenta grande adattabilità sia in termini tecnici che estetici. Di fatto è ideale per qualsiasi concept di interior design: dallo stile vintage a quello retrò chic.

hotel-lobby-5

Ginger

Le Trulle: sobrietà e carattere evocativo

Altra creazione di Edmondo Testaguzza sono Le Trulle, delle sospensioni dal carattere sobrio ed elegante, ma fortemente evocativo.

La struttura in ceramica naturale assume forme ora tondeggianti ora più allungate, sempre curve, assecondate dal tratto sinuoso del diffusore in filo metallico bianco.

Queste lampade fluttuano libere nell’aria, illuminando la hall in modo chiaro ed omogeneo. Ancora una volta la funzionalità incontra lo stile e non se ne separa.

hotel-lobby-6

Le Trulle

Moby Dick e la leggerezza della vetroresina

Le curve sembrano trovare piena espressione nella vetroresina bianca, materiale che costituisce interamente Moby Dick: lampada a sospensione disegnata da Matteo Ugolini.

Tanto imponente, quanto leggera e aggraziata. Moby Dick è la dichiarazione di stile e funzionalità per antonomasia. Sofisticata e dal gusto minimal, garantisce sempre illuminazione diffusa ed intensa.

hotel-lobby-7

Moby Dick

Il design audace di Norma M

Prova ad immaginare una graziosa abat jour librarsi in aria e danzare nello spazio. Inusuale, audace, originale: questa è Norma M, soluzione di lighting design progettata da Edmondo Testaguzza.

Sia in composizione che installata singolarmente, questa lampada è in grado di affascinare sempre l’osservatore, ecco perché è perfetta per illuminare la hall. Piccolo formato, grande capacità luminosa data dal diffusore in lino bianco.

hotel-lobby-8

Norma M

Le geometrie di ispirazione gotica di Notredame

Notredame: grande adattabilità ai contesti di interior design più moderni, notevole presenza estetica di ispirazione gotica.

Proprio così: il disegno articolato di questa lampada riecheggia le geometrie degli antichi rosoni di Notredame, la cattedrale che dà il nome alla presente creazione targata Luca De Bona e Dario De Meo.

Linee decise che culminano in un cuore di luce pura e intensa, che si irradia nello spazio e lo illumina in modo soffuso e omogeneo.

hotel-lobby-9

Notredame

Plancton: la vetroresina come simbolo minimal

Con Plancton la vetroresina bianca assume una forma semisferica: semplice, essenziale, un vero e proprio manifesto del gusto minimal che di certo è ben gradito nei progetti di interior lighting design per hotel.

Altra creazione di Matteo Ugolini, dal carattere estetico inconfondibile e capace di inserirsi con grazie in variegati contesti. Illuminazione direzionale e stile essenziale: una sintesi ideale.

hotel-lobby-10

Plancton

Il profilo sottile e deciso di Sisma

È impossibile non notare il profilo sottile e deciso di Sisma. Questa volta Matteo Ugolini ci regala una sospensione con struttura in tondino metallico al cui centro trovano posto tre lampadine, da sistemare in base al proprio gusto.

Illuminazione diffusa, disegno lineare e tratto deciso: estetica e funzionale unite in un’unica soluzione di grande contenuto tecnico e stilistico.

hotel-lobby-11

Sisma

Come illuminare la hall di un hotel e dare vita agli spazi

In questo articolo, ti abbiamo dato tutte le informazioni necessarie per sapere come illuminare la hall di un hotel in modo efficace.

Fai in modo che stile e funzionalità si uniscano in una combinazione vincente: segui i nostri consigli e scegli le lampade Karman che più si adattano alle esigenze del tuo cliente.

Otterrai un risultato finale soddisfacente per il tuo committente e di grande impatto visivo per gli ospiti che visiteranno la struttura di cui ti stai occupando.

New call-to-action


Per maggiori informazioni, supporto e assistenza nella scelta corretta dei giusti modelli di lampade per l’hotel o la struttura ricettiva che stai progettando, non esitare a contattarci a questo link. Siamo a tua completa disposizione.

Camilla Rossi

AUTORE

Camilla Rossi

CHI SIAMO

karman
Karman, azienda tutta italiana, è nata nel 2005 a Fossombrone. Il suo mondo si muove con naturalezza attraverso un originale e personale uso decorativo della luce sia in ambienti privati che in ambienti contract

LEGGI TUTTO »

SEGUI KARMAN