arte  / Design Interni  / Design Esterni  / materiali

A TU PER TU CON I DESIGNER


Pubblicato il 19 luglio 2016

Intervista ai creatori della lampada Notredame: “Siamo folli, ubiqui e coraggiosi”. I designer Luca De Bona e Dario De Meo sono sempre in viaggio, menti creative alla ricerca spasmodica di nuove ispirazioni. Si incontrano tra Milano e il Veneto, collaborano con prestigiose aziende di arredo, illuminazione, decorazione occupandosi di direzione artistica, ideazione di concept e sviluppo di prodotti. In questa intervista ci raccontano un po’ del loro mondo, delle loro idee e della collaborazione con Karman che li ha portati a realizzare la lampada Notredame.

 

KARMAN_F_EST_CATALOGO_2016_016_1697_BASSA_Fotor

 

Perchè avete scelto di diventare designer?

Luca: Dopo la laurea in Architettura allo Iuav di Venezia ho capito che essere designer significa innanzitutto fare continuamente ricerca, capire dov'è il limite e tentare di superarlo per trovarsi in campi non ancora conosciuti. Significa cercare di innovare sempre. Non credo che si decida a tavolino di diventare designer, ma sia più una condizione esistenziale, una necessità personale messa al servizio di chi vorrà coglierne i frutti.

Dario: Arrivo dal Politecnico di Milano dove ho studiato Disegno Industriale. Sono diventato designer per dare sfogo al bisogno di esternare quei pensieri che mi frullano in testa appena mi approccio alla realtà, per dare loro forma, un nome e lasciare che si facciano strada incontrando i bisogni della gente, le leggi del mercato, sfidando o assecondando il tempo, le mode.

 

KARMAN_F_EST_CATALOGO_2016_016_1686-1024x768_Fotor

 

Cosa fate nel tempo libero e quali sono i posti preferiti?

Luca: Amando l’arte in tutte le sue forme il tempo libero è un momento di crescita personale e di condivisione di valori. Non esiste un luogo preferito, ma è il viaggiare in sè, ovunque e comunque,  quello che conta.

Dario: Venezia e Milano sono le città che ci hanno insegnato e continuano a insegnarci qualcosa. E poi Paesi vicini e lontani dove è ancora possibile immergersi in situazioni, folle, esperienze sensoriali, scambi culturali. Poi ognuno di noi ha le sue radici e questo ci porta a ritrovare lo spazio di respirare in posti diversi, dalla montagna per Luca al mare per me.

Com’è nata la collaborazione con Karman?

Luca: Da una telefonata tra noi e il titolare, Davide Diamantini. Uno scambio di opinioni, l'elenco di esigenze reciproche e un appuntamento a Fossombrone. Da allora il rapporto si consolida in periodici incontri in sede e lunghi brain-storming dove l'energia dell'aziende e la bellezza unica del paesaggio marchigiano circostante sono tutt'altro che semplici fondali.

Dario: Lavorare per Karman significa condividere dei valori che vanno al di là della semplice realizzazione e vendita di prodotti di illuminazione. Significa fare parte di una famiglia dove l'empatia, la freschezza, la voglia di stare insieme e di crescere insieme diventano il motore generatore di stimoli. Crediamo che lavorare per Karman corrisponda al piacere di esprimerci senza vincolarci fortemente a dinamiche di vendita.

 

KARMAN_NOTREDAME_DEBONA_DEMEO_Fotor

 

NOTREDAME è un prodotto con una forte carica di ispirazione artistico-architettonico. Come è nata l’ispirazione?

Luca: Dai fotogrammi di una vacanza, dalle linee sinuose e asciutte di chiese e palazzi e poi dalla rilettura di un vettore di luce antico come i rosoni, che dalle cattedrali gotiche si fa contemporaneo e si adatta alla tecnologia led vestendola di poesia. La luce esce con naturalezza dalle trame del diffusore risvegliando emozioni antichissime: tecnologia, decoro, poesia e funzione si fondono in una lampada-scultura. Notredame è una collezione di lampade dove plafoniera, applique e sospensione hanno una loro specifica identità e senza che l'una sembri derivare dall'altra.

Dario: Volevo evocare il fascino della luce naturale che si irradia attraverso i rosoni delle cattedrali gotiche. In Notredame convivono presente e futuro, forma e luce: la veste poetica nasconde un’anima tecnologica risvegliando emozioni antichissime.

Quali sono i vostri ruoli nel momento in cui decidete di realizzare una lampada?

Luca: Non abbiamo dei ruoli definiti. Crediamo che attraverso il confronto sistematico in tutte le fasi del progetto si possa raggiungere un risultato ottimale.

Dario: Pur avendo delle peculiarità, percorsi di studi diversi e una specifica predisposizione, non ci dividiamo mai i compiti in maniera netta e distinta per evitare di alienarci nel nostro obiettivo perdendo la visione di insieme.

Tre aggettivi che vi descrivono al meglio

Luca: folle, visionario, ubiquo

Dario: sinergico, innovatore, coraggioso

Tre aggettivi per descrivere Karman.

Insieme: Autentica, provocatoria, emozionale 

CHI SIAMO

karman
Un luogo dove è possibile viaggiare attraverso i continenti alla scoperta di tutto ciò che è rappresentativo del bello.

LEGGI TUTTO »

SEGUI KARMAN